Energia stabile per applicazioni critiche

Gruppi di Continuità Rotanti no-break KS, UPS e Gruppi di Continuità Industriali

UPS rotanti, UPS dinamici, DRUPS

I gruppi di continuità rotanti (no break – KS) a riserva illimitata da 200 a 3.000 kVA garantiscono la continuità dell’alimentazione elettrica sia in presenza di microinterruzioni,  di interruzioni prolungate e di oscillazioni di tensione sulla rete e rappresentano la soluzione tecnicamente più evoluta nell’ambito dei sistemi UPS a riserva illimitata.

Settori strategici come le telecomunicazioni, i data center, strutture sanitarie e industrie farmaceutiche si affidano ai gruppi di continuità rotanti, poiché questa tecnologia offre una forma d’onda sinusoidale e l’assenza di correnti armoniche a tutte le utenze a loro collegate.

All’occorrenza l’accoppiamento diretto a un motore diesel sullo stesso asse, garantisce la continuità illimitata di energia in caso di black-out, trasformando il DRUPS in un potente ed efficiente gruppo elettrogeno.

Nella maggioranza dei progetti e delle applicazioni, a un sistema di continuità UPS si richiede di alimentare anche dei carichi ausiliari quali luci di emergenza, pompe antincendio, ascensori, sistemi di controllo e strumentazione, condizionamento.
In questo caso, il sistema KS® dà prova della sua versatilità garantendo l’alimentazione sia del carico no-break che di quello normale.

Ciò è possibile perché la parte della macchina elettrica che svolge la funzione di generatore è stata largamente sovradimensionata.

Ne consegue che un sistema no-break, con opportuno dimensionamento dell’accoppiamento elettromagnetico e del motore Diesel, può fornire la potenza no-break nominale più una potenza equivalente normale (stand-by) dopo che il motore Diesel ha raggiunto la velocità stabilizzata.

Nei sistemi con UPS statici e statico/rotanti, ciò avviene con l’aggiunta di un gruppo elettrogeno e quindi con necessità di maggiore spazio a disposizione dell’impianto, con locali separati.

Il sistema KS® occupa solamente uno spazio all’incirca analogo a quello occupato da un normale gruppo elettrogeno. Non sono richieste batterie di accumulatori, di rifasatori, e non è necessario un impianto di condizionamento, migliorando quindi l’affidabilità del sistema e i costi di manutenzione.

Intergen segue il cliente a 360°:

dalla progettazione alla realizzazione fino all’assistenza specializzata e alla manutenzione dei gruppi di continuità rotanti